L’ANTINCENDIO BOSCHIVO

L’ANTINCENDIO BOSCHIVO AIB


La struttura “Servizio Antincendi Boschivo” fu promossa dal Corpo Forestale dello Stato e coordinava le attività di prevenzione e di estinzione interagendo direttamente con i Vigili del fuoco e gli organi della Protezione Civile regionali e nazionali.

L’organizzazione terrestre è composta da 15 centri operativi, localizzati nei capoluoghi di regione, e da 44 Gruppi Meccanizzati di alta specializzazione e pronto impiego dislocati nei punti strategicamente rilevanti per la difesa dei boschi dagli incendi, dotati di idonei mezzi antincendio. Il servizio aereo si avvale del Centro Operativo Aeromobili costituito nel 1979, che ha sede presso l’aeroporto di Roma-Urbe.

Il decreto legislativo n. 177/2016, che sopprime il corpo forestale, all’art. 12 prevede che entro il 1º gennaio 2017 il servizio e il personale transitano direttamente al Corpo nazionale dei vigili del fuoco, insieme ai centri operativi antincendio boschivo (COAB), ai nuclei operativi speciali e di protezione civile (NOS), alle linee volo dedicate o impiegate per le specifiche attività e al centro operativo aereo unificato[1].

Centrale operativa Modifica
Nel 1992 è stata istituita la Sala Operativa Centrale del Corpo Forestale dello Stato, che ha sede presso la Direzione Generale, in funzione 24 ore su 24 per tutto l’anno. La Sala Operativa si occupa della ricezione e smistamento delle informazioni e segnalazioni. Essa interagisce con il Centro Operativo Aereo Unificato e con gli uffici periferici.

Nel 1994 le capacità della centrale sono state ulteriormente ampliate e perfezionate, in collaborazione con il Ministero dell’interno, al fine di prevenire e reprimere più tempestivamente i reati contro il patrimonio boschivo. Strumento importante della Centrale Operativa è stata l’istituzione di un numero verde (167-69100) per la segnalazione e richiesta di intervento. Esso è stato istituito il 1º agosto del 1991. Nei primi sei mesi dall’attivazione, sono pervenute già 3900 chiamate per incendi e altre emergenze ambientali.

Sulla scia del successo del numero verde, questo servizio è stato recentemente sostituito dalla istituzione del numero nazionale 1515, di più facile memorizzazione, che dà la possibilità di chiamare gratuitamente da tutta Italia 24 ore ore su 24, entrato in funzione il 1º luglio 1997, si avvale di un più sofisticato ed efficiente sistema di instradamento delle chiamate.

Il Centro Operativo Aeromobili del Corpo Forestale Modifica
Il Centro Operativo Aeromobili del Corpo Forestale dello Stato, istituito con D.M. 26/01/1979, aveva sede presso l’aeroporto di Roma-Urbe. Disponeva di 13 elicotteri Breda Nardi NH500, di 9 elicotteri Agusta Bell 412, con 41 piloti e 62 specialisti. Gli elicotteri impiegati prevalentemente per la prevenzione e la lotta contro gli incendi boschivi, effettuavano: interventi diretti di spegnimento, trasporto di personale ed attrezzature, coordinamento di altri aeromobili e guida delle squadre a terra durante le operazioni di SPEGNIMENTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: